•••  Depilazione laser: Cos’è? Come funziona?   •••

•••

Come agisce il laser?

 

L’impulso laser, preciso, selettivo e monodirezionale, penetra l’epidermide e colpisce la melanina contenuta nel pelo che assorbe tutta l’energia luminosa prodotta e la trasforma in energia termica. Il calore così generato viene incanalato in profondità fino alla radice e alle strutture nutritive del pelo, che vengono in tal modo danneggiate e distrutte in modo definitivo.

Questo processo, definito fototermolisi, è efficace solo se il pelo è in fase di massima crescita (Anagen), ovvero ricco di melanina e saldamente ancorato all’interno del bulbo pilifero.

•••

Quanto dura ogni seduta?

 

 La durata delle sedute varia in funzione della dimensione della zona da trattare e dalla densità dei peli ivi presenti.

•••

Su quali fototipi, peli e zone può agire?

 

Il nuovo laser MeDioStar Next consente di agire su tutti i fototipi (I-VI), comprese le pelli abbronzate, e su tutti i peli ad eccezione di quelli bianchi, privi di melanina. Inoltre si possono trattare tutte le parti del corpo e del viso, esclusa la zona perioculare.

•••

Quante sedute sono necessarie per ottenere risultati ottimali?

 

Il numero delle sedute varia da paziente a paziente e dipende principalmente dal colore, dalla struttura e dalla fase di crescita del pelo (Anagen, Catagen, Telogen), dal fototipo, dalla zona del corpo da trattare, dalle precedenti tipologie di epilazione adottate, dai farmaci usati (soprattutto se fotosensibilizzanti) e da eventuali patologie e disfunzioni ormonali.

•••

Con quale cadenza è necessario fare le sedute?

 

Solamente dopo un’accurata valutazione della situazione del paziente e delle sue esigenze, l’estetista stabilirà il numero di sedute necessarie. In media si consigliano dalle 8 alle 10 sedute, a distanza di due mesi l’una dall’altra, per consentire il naturale rinnovo del ciclo di sviluppo dei peli.

•••

Cosa bisogna fare prima del trattamento?

 

 

È preferibile non depilare la zona con ceretta o pinzette, per garantire la presenza del bulbo pilifero, e non sottoporsi a fonti di calore nelle 4 settimane precedenti il trattamento.

•••

Quali possibili effetti collaterali o limitazioni ci sono dopo l’epilazione laser?

 

Nelle prime ore successive alla seduta vi potrebbe essere un leggero arrossamento localizzato nell’area trattata, che si riassorbirà progressivamente nel corso della giornata anche grazie all’applicazione di una specifica crema lenitiva. È importante non esporre la zona trattata a fonti di calore (lampade abbronzanti) e ai raggi solari nella settimana successiva al trattamento.

•••

Quali sono le controindicazioni all’uso del laser come strumento di epilazione?

 

Il trattamento non può essere eseguito su clienti la cui cute è lesionata (irritazioni o dermatiti), in stato di gravidanza, affetti da malattie del sistema immunitario o da epilessia, o da problemi cardiaci e ipertensione gravi.

•••

Laser o luce pulsata?

 

L’epilazione laser utilizza un fascio di luce altamente concentrato che viene assorbito in modo selettivo solo dalla melanina contenuta dal pelo nell’area trattata, senza alcun effetto collaterale sulle zone circostanti. Questa precisione consente di ottenere in tutta sicurezza risultati più efficaci rispetto a qualsiasi altro trattamento di depilazione.

La depilazione con luce pulsata invece, utilizza un fascio di luce ad ampio spettro che non è in grado di agire con precisione. Infatti, agendo indistintamente tanto sul pelo che sulla pelle (non c’è discriminazione tra i diversi recettori), porta ad una significativa dispersione di energia che rende il trattamento meno efficace e richiede sedute più lunghe e un impiego di alti livelli di energia, dannosi per la pelle.

Depilazione laser: Cos’è? Come funziona?

Depilazione laser: Cos’è? Come funziona?

Menù